Site logo


Rassegna stampa

set 20, 2005

Referendum: Ebrei e musulmani insieme per il voto


Da La Repubblica 11 giugno 2005: Appello delle due comunit a favore della partecipazione sui quattro quesiti

Categoria:Rassegna stampa 
Postato da: redazione

EBREI, musulmani ed evangelici. Insieme. Per inviare ad andare a votare. L'appello parte da Milano, anche se il tam tam, presto, si allargato a tutta l'Italia. Dai giovani della comunit ebraica fino ai ragazzi musulmani e agli evangelici: "il 12 e 13 giugno andremo a votare per il referendum anche per onorare la memoria di quanti sono caduti per le nostre libert, a cominciare da quella religiosa". Eccola l'opinione dei giovani rappresentanti delle "altre" religioni. Che "nel merito dei quesiti abrogativi della legge 40 non si sentono di dare indicazioni", ma che vogliono esprimerlo, il loro diritto di voto. "Un piccolo gesto", dicono, fatto a titolo personale, "senza voler creare polemiche con chi si astiene". E le firme, in calce, sono tante. Dal portavoce della comunit ebraica di Milano, Yasha Reibman -che ha gi dichiarato di votare quattro s- a Abdallah Kabekebji, il responsabile dei giovani musulmani di Milano; da Tobia Zevi, il presidente nazionale dell'Unione dei giovani ebrei al presidente dei giovani musulmani d'Italia Osama Al Saghir, fino a Yahya Pallavicini, il vicepresidente delle comunit religiose islamiche e Davide Marazzita, pastore evangelico. E poi David Parenzo, il direttore del giornale dei giovani ebrei, Daniele Nahum, che dell'Ugei il portavoce, il segretario dell'Associazione Amici di Israele Davide Romano e Khalid Chaouki, direttore del sito "musulmani d'Italia".

Comunicato stampa Ugei sul referendum

Il 12-13 giugno andremo a votare ai referendum, che rappresentano una delle due schede che la Costituzione italiana ha dato ai cittadini, una per eleggere i rappresentanti in Parlamento, l'altra eventualmente per eliminare quelle leggi che non si condividano. Siamo consapevoli di quanto sia stata difficile e dolorosa la conquista della democrazia nel nostro Paese. Senza alcuno spirito polemico che non ci appartiene, la nostra costante partecipazione alle consultazioni elettorali vuole anche essere un piccolo gesto per onorare la memoria di quanti sono caduti per le nostre libert, a cominciare da quella religiosa. Nel merito dei quesiti abrogativi sulla Legge 40 non ci sentiamo invece di dare indicazioni, anche perch ciascuno di noi ha naturalmente opinioni differenti, che potranno esprimersi il giorno della votazione. Riteniamo tuttavia necessario sottolineare come finora non abbiano praticamente avuto diritto di parola sui grandi mezzi di comunicazione le opinioni degli esponenti delle religioni meno rappresentate in Italia e questo ha impedito a tutti i cittadini di formarsi un'opinione pi ricca e articolata.


Pagina precedente: Sbirciamo Eretz Israel
Pagina seguente: Opinioni dei nostri visitatori


Torna alla Home Page

Contenuto stampato da http://www.e-brei.net, sito web dedicato alla memoria di Alessia Astrologo z.l.