Site logo


Traduzioni del Talmud

Ketubot 4b


(Il Tanna') soleva dire: E anche se sua moglie diventa mestruata ed egli non ha ancora consumato rapporto con lei, egli dorme fra gli uomini ella dorme fra le donne. Dunque dice che tratta il lutto piu' chiaramente della mestruazione? Certo. Rabbi izhak, figlio di Rabbi Hanina' disse che R. Huna' diceva: tutti i lavori che una moglie fa per il marito, una mestruata puo' fare per il marito, eccetto mischiare la tazza, le faccende del letto e lavare la sua faccia, le sue mani e i suoi piedi. Mentre nei riguardi del lutto viene detto: benche' essi dicono: un uomo non ha il diritto di forzare sua moglie a dipingere (gli occhi) o a colorare con rossetto la faccia. In verita' essi dicono: ella mischia con lui la sua tazza, ed egli fa con lui il letto, e lava la sua faccia, le sue mani e i suoi piedi. Senza difficolta': in un caso si tratta del lutto di lui, nell'altro del lutto di lei.

L. Come vedete il brano del Talmud collega due eventi della vita umana: l'impurita' della mestruazione (Nida') e il lutto (Avelut), giacche' la morte e' anch'essa una delle forme primarie (Avot) di impurita'. Lo sposo che si e' sposto con una donna che subito dopo ha le mestruazioni, dorme fra gli uomini e non nel suo letto.

N. Fra i Falasha', che non accettavano il Talmud, le mestruate avevano ancora una casa delle donne. Puo' essere che questo sia in generale il precetto biblico, mentre quello giudaico moderno, in cui una moglie dorme con il marito anche nei giorni in cui e' nidda' sia un precetto Rabbinico.

Anche nel caso del lutto del resto, c'e' da notare che tutte le volte che compare la dizione in verita' si dice... (Baba Mezia 60a) vuol dire che viene definita un'Halacha' Rabbinica.

A. Rashi' dice sempre il lutto e' piu' della mestruazione (Nidda') e la persona in lutto e' piu' secondaria in armonia a questo principio (Rashi a loc. Cit). il lutto e' una forma di impurita', sebbene essa non sia comunicabile come invece e' la mestruazione.

In armonia a questi principi, anche la depressione dovrebbe essere una forma di impurita'.

C. Se lo e', non e' comunicabile. Non e' detto il marito non puo' andare al cinema ma e' detto non puo' forzare la moglie a dipingersi gli occhi .

Comunque a casa mia in questi casi non accendevamo la televisione, per non forzare nessuno.

G. Inoltre l'Halacha' puo' dire la festa interrompe il lutto o anche vietare di piangere di Shabat o di Rosh Hashana'. Non e' possibile interrompere l'impurita' della donna mestruata.

H. In un caso sono tempi della societa' (il lutto e la festa) , nell'altro caso un tempo primario (derech nashim= mestruazione).

Ma perche' il Talmud ritorna cosi' insistentemente sulla donna mestruata?

L. Perche' ella e' uno dei termini di paragone per tutte le leggi che stabiliscono il vietato e il permesso, perche' i temi del fecondita' femminile (che sono anche i tempi della luna) sono la legge base della societa' umana.

Postato da: redazione il ago 19, 2002


Pagina precedente: Rabbanim Luzzatto
Pagina seguente: Perle tratte dal Talmud


Torna alla Home Page

Contenuto stampato da http://www.e-brei.net, sito web dedicato alla memoria di Alessia Astrologo z.l.