Site logo


Umorismo e simpatia

ago 21, 2002

Sacrifici religiosi


Ad un pranzo, un vescovo e un rabbino siedono ai due lati della padrona di casa. Ad una portata con prosciutto e spinaci, il rabbino rifiuta di servirsi, suscitando un commento malizioso del vescovo:

Signor Rabbino, siete proprio deciso a non mangiarne?
Non posso, Monsignore: me lo vieta la mia religione.
Peccato credetemi!. Voi non saprete mai, caro Rabbino, quel che perdete.

Quando il pranzo e' finito, il Rabbino, che sta sulle mosse, fa in modo di andare via prima del vescovo, al quale, salutandolo, dice:

Monsignore, i miei omaggi alla vostra signora moglie!
Ma, scusate Rabbino mio, io non posso aver moglie. La mia religione me lo vieta.
Peccato veramente, Monsignore. Voi non sapete quel che perdete!

Categoria:Umorismo e simpatia 
Postato da: redazione


Pagina precedente: Cucina Tipica
Pagina seguente: Momenti di Torah


Torna alla Home Page

Contenuto stampato da http://www.e-brei.net, sito web dedicato alla memoria di Alessia Astrologo z.l.