Site logo


Personaggi Celebri

Rambam: Un faro nel buio del Medioevo


Un Mose' medievale

Moses Ben Maimon, che oggi conosciamo anche come Maimonide o come Rambam, nacque nel 1135 a Cordoba, Spagna da una famiglia dotta. Suo padre, medico, rabbino e giudice, noto' la precocita' del figlio e si preoccupo' che fosse istruito sia nella cultura araba che ebraica. Nel periodo giovanile, la sua famiglia, a causa delle persecuzioni religiose dell'epoca, dovette fuggire molte volte, prima in Marocco ed in seguito in Palestina. Finalmente si stabilirono al Cairo, in Egitto, dove furono cordialmente accolti come rifugiati religiosi. Questa fu la sua casa per il resto della vita. La sua molteplice e significativa preparazione contribui' alle sue esperienze in tre campi separati, dalle quali trasse fama e notorieta': medicina, religione e filosofia. La fama di Maimonide non fu dovuta solamente alla larga ed approfondita conoscenza di ciascuna di queste branche del sapere, ma il suo genio particolare fu nel sintetizzarle tutte e tre.

Maimonide, medico e studioso

Durante la sua residenza a Fez, in Marocco, Maimonide studio' l'evoluta medicina araba del tempo. Quando la sua famiglia comincio' a risiedere al Cairo la sua reputazione come medico comincio' a crescere. Fu nominato medico alla corte di Al Malik Al Afdal Saladin, il Vizier di Egitto. Maimonide ebbe molti punti di vista controversi sulle fondamenta della medicina, alcuni dei quali sono ancora oggi dibattuti. Maimonide affermo' che la mente ha un diretto effetto sul corpo e che il corpo non puo' essere guarito se la mente non e' messa in sintonia col processo curativo. Questo fu un concetto rivoluzionario per quell'epoca.

Fu un uomo sensibile. Durante la sua pratica fra i musulmani, Maimonide fu attento a non offendere i loro principi religiosi e rispetto' la loro credenza, che tutto fosse predestinato durante l'esistenza terrena. Riconobbe anche la loro convinzione che il momento della morte e' prestabilito da una forza piu' alta. Raccomando' lo studio della filosofia come un addestramento per sviluppare un equilibrio mentale e morale al fine di raggiungere una calma vitale per la salute e la longevita'.

Durante il suo soggiorno al Cairo, Maimonide fu autore di dodici trattati sulla salute in arabo, contribui' molto alla scienza medica del tempo. Fra le sue piu' brillanti opere ci furono commentari su asma, emorroidi, ipocondria, veleni, ed il concetto dell'arte medica. Compilo' anche il primo e organizzato glossario di medicine e medicinali. Durante le cure del nipote del sultano, che soffriva di disordini sessuali, ebbe modo di studiare il problema, ed in seguito scrisse vari documenti su igiene, impotenza, priapismo ed afrodisiaci.

Concludendo Maimonide porto' un approccio scientifico ed empirico, applicato con osservazione accurata, sperimentazione ed analisi, per guarire e risolvere una malattia. Maimonide era solito citare la pratica medica non e' soltanto il lavoro di mani che magliano e tessono, ma deve essere inspirato dall'anima, ricolmato di comprensione, e fornito del dono dell'osservazione acuta. Questo era un concetto nuovo fra i medici del tempo che lavoravano primariamente sul corpo come meccanici piuttosto che da scienziati.

Maimonide, studioso religioso

Cresciuto educato ed istruito da rabbini, Maimonide forni' all'ebraismo una dottrina estesa e profonda che si fece gia' apprezzare dalla gioventu'. A venti anni, aveva gia' scritto un commentario sulla Mishnah intitolato Sefer-Ha-Mitzvot (libro dei comandamenti).

Uno dei suoi lavori piu' grandi fu la codificazione del Talmud. Il medioevo fu marcato da uno sconvolgimento continuo fra il popolo ebraico causato da persecuzioni religiose molto estese. Si puo' affermare che Maimonide scrisse il Mishneh Torah (ripetizione della legge) per assicurare che la sua gente potesse afferrare fermamente il Pentateuco come un mezzo per rafforzare le loro credenze religiose, al fine di costituire uno scudo dai pregiudizi esterni. Prima di quest'opera era difficile per l'uomo comune trovare informazioni e regole certe a proposito di un certo argomento nel Talmud. Maimonide mise tutte le leggi del Pentateuco e quasi tutte quelle della Mishnah e della Ghemarah, in un logico ed organizzato codice che chiarifico' le dottrine tradizionali sui precetti, canoni, dogmi e rituali. Prese i due Talmud e li divise in quattordici libri creando il Mishne' Torah. Certi circoli altamente intellettuali, che erano rimasti perplessi dal Talmud, avevano ora una nuova fonte di chiarimento. Nella sua introduzione al Mishneh Torah affermo': ho intitolato questo lavoro Mishne' Torah per la ragione che una persona che prima consulta la legge scritta e dopo questa compilazione, conoscera' tutta la legge senza avere bisogno di consultare alcun altro libro.

Le sue idee influenzarono largamente anche il secolo successivo. Questa influenza fu dovuta dalla facilita di lettura dei suoi insegnamenti, scritti in maniera molto popolare, al punto che studiosi e rabbini temettero che gli studi di Maimonide avrebbero sostituito rapidamente la lettura del Talmud stesso. Ciononostante, appena la sua fama crebbe, i suoi libri furono, e lo sono tuttora, consultati da studiosi ebrei e non, di tutto il mondo. Un principio controverso dei suoi pensieri era l'opposizione forte ai movimenti messianici, i quali erano molto popolari tra le masse degli ebrei perseguitate: infatti, molti ebrei sostenevano la loro convinzione nell'arrivo eventuale di un salvatore. Maimonide era un pragmatista. Voleva che la gente facesse affidamento su ragione e fede e specialmente si preoccupava dell'interferenza dell'occultismo e dell'astrologia in particolare, dottrine praticate in quel tempo.

Maimonide, studioso filosofo

Durante la sua vita Maimonide, si potrebbe classificare fra la lunga serie di pensatori che hanno tentato di conciliare il pensiero logico con gli insegnamenti spirituali. A 16 anni, Maimonide scrisse un sommario sulla logica. Sostenne che ragione e fede erano fonti gemelle di rivelazione e come tali non erano incompatibili fra loro, la verita' di una non negava la verita' dell'altra. Maimonide si batte' per la perfezione intellettuale e credette che la conoscenza della verita' teoretica e' la meta piu' alta per gli uomini.

A suo parere lo studioso poteva apprendere la logica aristotelica del mondo fisico o la pratica sociale quotidiana di esistenza terrena e l'uso delle istruzioni di D-o per la creativita' nella vita personale. In definitiva Maimonide credette che l'uomo comune puo' conoscere il suo mondo giorno per giorno attraverso una chiara comprensione di giusto e sbagliato, guidato dai dirigenti politici della societa'. Egli potrebbe conoscere attraverso D-o ispirazione e fede guadagnate attraverso lo studio e le istruzioni delle sacre scritture. L'uomo superiore potrebbe raggiungere il livello piu' alto di conoscenza intellettuale attraverso gli studi di fisici e metafisici. Le volonta' di D-o, assolute e finali, devono essere rispettate malgrado la spinta e l'attrazione dei desideri personali e della societa'.

Maimonide cerco' uno strumento per esprimere realta' fisiche, in maniera di aggirare il pericolo costituito dalle verita' filosofiche per le dottrine religiose tradizionali. Questo l'ha condotto ad essere autore del suo migliore e durevole lavoro, Guida dei perplessi, il quale ebbe una grande influenza sul cristianesimo, particolarmente sui grandi pensatori cattolici Alberto Magno e Tommaso d'Aquino. Entrambi questi filosofi religiosi erano discendenti della tradizione empirica aristotelica, alla quale anche Maimonide aveva aderito.

Per ironia della sorte questo libro fu scarsamente gradito nella comunita' ebraica. Da allora Maimonide fu ritenuto un patrocinatore dello studio e dell'analisi filosofica, in aggiunta all'insegnamento della fede religiosa. A dispetto delle sue opere controverse, cosi' grande fu la sua contribuzione all'ebraismo, che Maimonide spesso fu chiamato come il secondo Mose'.

Postato da: redazione il ago 24, 2002


Pagina precedente: Storia millenaria
Pagina seguente: Opere di Maimonide


Torna alla Home Page

Contenuto stampato da http://www.e-brei.net, sito web dedicato alla memoria di Alessia Astrologo z.l.