giu 3, 2002

L'uomo ragno eroe ebreo?


Il sito ebraico-americano http://aish.com/ ricorda che Stan Lee, creatore di buona parte dei personaggi della Marvel ( http://www.marvel.com/ ), e' ebreo, e nella pagina che segue interpreta in chiave ebraica la caratterizzazione e le vicende del personaggio di Peter Parker/L'Uomo Ragno:
http://www.aish.com/societyWork/arts/Spider-Jew.asp
Due brani sono specialmente interessanti, e qui ve li traduco:

Categoria:Attualità culturale 
Postato da: redazione

1) Peter viene morso da un ragno geneticamente modificato che lo cambia profondamente. Allo stesso modo, gli attivisti ebrei "punti dall'estro" trovano un nuovo centro per tutta la loro vita e - spesso - una crescita di forza e resistenza. Ma la prima reazione di Peter Parker non e' quella di uscire e salvare il mondo. Prima deve provare la tragedia.
Negli anni '30 e '40, gli Ebrei americani furono testimoni, seppure a distanza, del massacro all'ingrosso dei loro fratelli in Europa. Il conseguente rimorso (ed il permanente desiderio che noi avessimo potuto fare di piu) si e' mostrato nel profondo impegno a prevenire il ritorno di quest'orrore storico.
La principale risposta degli attivisti e' stata a favore degli Ebrei in pericolo oltremare. Questo gioca soprattutto nel fervente impegno verso Israele, ma si manifesta anche in altri modi, come i movimenti per l'Ebraismo sovietico ed etiopico. Un altro risultato (qualcuno direbbe una risposta secondaria alla colpa sofferta chiedendosi se qualcuno avesse "mollato la palla") e' stato il raddoppio dell'impegno ebraico maggioritario verso una campagna piu' o meno universalistica per i diritti umani, sia all'interno che all'estero.

2) I primi creatori di fumetti avevano molte cose in comune 60-70 anni fa quando sognarono una moltitudine di supereroi intrisi di giustizia, autosacrificio ed atti di cortesia. La grande maggioranza degli sceneggiatori, disegnatori ed editori che creo' quest'industria quasi dal nulla era ebrea. L'elenco dei pionieri del fumetto sembra la lista degli iscritti ad una sinagoga: Schuster, Siegel, Gillman, Eisner, Binder, Klein, Fine, Schomburg, Blum, Simon, Meskin, Sekowsky.
Il primissimo supereroe, Superman, fu presentato nel 1938. Le sue origini si basavano sul come Mose' aveva evitato per un pelo l'infanticidio decretato dal faraone. Come Amram ed Iochebed prima di loro, i genitori di Superman, Jor-El e Lara salvarono il loro bimbo dalla distruzione della loro comunita' mettendolo in un piccolo veicolo (una nave spaziale in miniatura) e mandandolo via perche' fosse adottato, non sognando neppure che crescendo sarebbe divenuto un eroe famoso in tutto il mondo.

Previous Article
Next Article