Site logo


Attualita' culturale


Un libro che una lacerante richiesta di ascolto. Una ricerca, partita una decina di anni fa con il rinvenimento nell'Archivio di Stato di Udine di una trentina di sconvolgenti lettere di internati del campo di concentramento di Gonars, in provincia di Udine. In tempi di revisionismo facilone e, per questo motivo, ancora pi drammatico, questo saggio si propone di contribuire, attraverso l'approfondimento della storia specifica di questo campo detentivo, a diffondere la conoscenza dei crimini di guerra fascisti nella seconda guerra mondiale.


Domenica 4 Gennaio 2004 il supplemento culturale de "Il Sole 24 Ore" ha dedicato due pagine agli autori consigliati per il 2004, e l, a pagina 33, finito l'articolo settimanale di Giulio Busi "La morale minima di Oz e Margalit", che mi pregio di trascrivervi:


Tematica del D-o nascosto: che cosa significa? D-o ha dimenticato il mondo?

La questione del D-o nascosto deriva da una situazione che oggi viviamo tutti: quella dellassenza di Dio. Qualche filosofo lha descritta con la formula Dio morto e magari ne ha dato la colpa a noi (noi uomini moderni, secolarizzati, senza Dio, oppure noi uomini ipocriti, privi di valori ecc.).


Ho appena letto il libro di Arturo Schwarz "Cabbal e Alchimia" (pubblicato sia da Garzanti che da La Giuntina), indispensabile a me e, suppongo, utile a molti.


Nick Berg era ebreo come Daniel Pearl, l'altro ostaggio americano decapitato in tv.


Studiando e facendo arte per molti anni, arrivo finalmente alla tesi di laurea,tenendo conto dei fiumi di inchiostro che sono stati versati su questi argomenti. ecco l'idea:una citt, un popolo, una religione: un approfondimento su un cammino artistico di un popolo legato ad una religione.


Ho letto la dichiarazione di un giornalista vicino al presidente del Consiglio, rilasciata allo Spectator che qualche settimana fa pubblic le dichiarazioni del presidente sulla presunta bonariet del dittatore fascista. Mi stupisce sempre che la legislazione della Repubblica Sociale Italiana venga dimenticata da chi, per et o competenza, dovrebbe invece conoscerla. Sembra che la storia del fascismo si fermi all'8 settembre 1943, e non sia invece proseguita per oltre un anno e mezzo. Per quanto riguarda le persone di "razza ebraica", grave che vengano dimenticate le disposizioni della Repubblica di Sal che al momento di nascere , settembre 1943, sanciva la "deportabilit degli ebrei italiani", considerati tali anche se avevano un solo genitore ebreo.


I conflitti fra scienza e religione derivano da errate interpretazioni della Bibbia.
Maimonide

II tempo assoluto, vero e matematico, di per s e per sua natura, scorre in modo regolare senza rapporti con alcunch di esterno.
Sir Isaac Newton

Tempo relativistico (T2 - T1) = (t2 - t1)[l - (v / c )]`5
Albert Einstein
Teoria della relativit ristretta


Quale e' la buona ricompensa per aver seguito le regole?


Nell'atteso sequel c' una citazione-chiave di Kafka. Che si riferisce all'antico testo ebraico
di Wlodek Goldkorn
Messaggio inviato da MMAX Venerdi' 6 Giugno su I.C.E.


di Silvana Calvo


Il fondamento di tutti i fondamenti e il pilastro della saggezza sta nel riconoscere che c'e' un Primo Essere che da' esistenza a tutto cio' che esiste.

Maimonide, Mishneh Torah Hilchot yessodeh haTorah 1,1


Rabba' disse: se i giusti volessero, potrebbero creare un mondo, perche' e' detto: sono i vostri misfatti che fanno la differenza fra voi e vostro D-o. (Isaia 59,2)


L'insigne dotto Rabbi Jehoschua Ben Chananja era contrassegnato dal marchio di una straordinaria bruttezza. Una volta la figlia dell'imperatore, di fronte al suo aspetto repellente, esclamo': peccato che tanta saggezza sia custodita in un recipiente cosi' brutto.


Col permesso dei maestri volevo parlare, riallacciandomi ad una lezione del Maharal di Praga, della Mishnah' d'apertura del capitolo 11 del trattato di Sanedrin che e' anche quella che apre la recitazione settimanale dei P.A.


Stilli come la pioggia il mio insegnamento come questa pioggia e' una sola e scende sugli alberi e da' ad essi sapori ognuno per quello che e', cosi' le parole della Torah son tutto uno e vi e' in esse la Torah scritta, la Mishnah, le norme, le haggadot. (sifre' Haazin) 5-2


Vi ricordate Star Trek???


Non so se qualcuno abbia mai tentato una lettura comparata delle fonti ebraiche che parlano della Teshuva', il pentimento, ed insieme una delle pagine piu' efficaci della letteratura universale sull'argomento, il capitolo 21 dei Promessi Sposi, per intenderci quello della conversione dell'innominato, dopo il rapimento di Lucia: personalmente ritengo che un lavoro del genere sarebbe affascinante e senz'altro giustificato dal fatto che il processo psicologico che sta alla base della Teshuva' e' in definitiva comune a tutta quanta l'umanita'.


In un delizioso studio pubblicato nel 2001 sulle Annales, Elliot Horowitz analizza il ruolo del coniglio nell'immaginario ebraico e argomenta indicando le molte raffigurazioni (p. es il soffitto della celebre sinagoga di Horovitz) in cui all'aquila - simbolo dell'Impero, ovvero dei poteri dei Gentili- spesso accostato il coniglio. Come noto, tra i principi dell'ebraismo c' anche la proibizione di cibarsi di carni di coniglio.


Il sito ebraico-americano http://aish.com/ ricorda che Stan Lee, creatore di buona parte dei personaggi della Marvel ( http://www.marvel.com/ ), e' ebreo, e nella pagina che segue interpreta in chiave ebraica la caratterizzazione e le vicende del personaggio di Peter Parker/L'Uomo Ragno:
http://www.aish.com/societyWork/arts/Spider-Jew.asp
Due brani sono specialmente interessanti, e qui ve li traduco:


Il prossimo 23 giugno, come ogni anno,da 12 o13 anni ( se non di pi) ad oggi si svolger a Cracovia il Festival di Cultura Ebraica, manifestazione di rilevanza internazionale che ospita artisti ebrei e visitatori da ogni parte del mondo.


E' normale, alla fine di un film come bielever, rimanere un momento increduli ed inclini alla riflessione ed alla ricerca di un piu' profondo significato di cio' che si e' visto. Cio' non e' di sicuro un'azione facile e agli occhi di un qualsiasi adolescente, a parte l'orgoglio della tanto agognata conoscenza,credo che difficilmente questa pellicola possa essere apparsa chiara.


E' un progresso o non rappresenta piuttosto un arretramento, la definitiva calata di sipario sulla stagione del sociale? Il diritto alla privacy, la nostra conquista piu' recente, l'ultima spiaggia di una societa' ossessionata dall'invadenza tecnologica, non e' in ogni caso un'idea nuova. Faceva gia' parte del patrimonio trasmesso dalle grandi religioni monoteistiche. Le polemiche e le difficolta' d'applicazione delle nuove norme introdotte dal legislatore italiano e il dibattito che si sta accendendo in tutto il mondo occidentale a riguardo sono oggi osservate con grande interesse dagli esperti di legge ebraica, che cercano trarre dagli insegnamenti rabbinici soluzioni in linea con le esigenze contemporanee.


Chaim Potok un personaggio che mi colp quando lessi il suo primo lavoro, Danny l'eletto: per meglio capire la base della sua esistenza letteraria, andai a ricercare testi nei quali ci presenta la sua visione del mondo ed ecco quello che trovai.

Secondo lui, poich tutti cresciamo in un mondo piccolo e particolare, quasi invariabile, all'inizio della nostra esistenza, impariamo lo schema di quel mondo: la famiglia, il paesetto, il quartiere, la chiesa, la comunit e vi rimaniamo chiusi.


Il mondo stato creato con delle frasi, composte di parole, formate da lettere. Dietro queste ultime sono nascosti numeri, rappresentazione di una struttura, di una costruzione ove appaiono senza dubbio degli altri mondi ed io voglio analizzarli e capirli perch l'importante non questo e quel fenomeno ma il nucleo, la vera essenza dell'universo

Albert Einstein


Qualche giorno fa ha destato molta curiosit la notizia della nascita di una vacca rossa in Israele. Le ceneri di una vacca dal pelo completamente rosso sono un ingrediente essenziale nei riti di purificazione prescritti dalla Bibbia (numeri 19) per coloro che sono diventati impuri per contatto con un cadavere. Il clamore suscitato nel mondo ebraico dall'evento eccezionale della nascita di un animale con i requisiti prescritti dalla tradizione stato di difficile comprensione all'esterno; ci dovuto, almeno in parte, al fatto che improvvisamente venuto alla luce un problema religioso da molti ignorato o trascurato.


Nella tradizione corrente quello ebraico e' considerato il popolo del libro per eccellenza: Bibbia, non a caso, e' appunto "il" libro. Una tale espressione, pero', difficilmente corrisponde ad una plausibile autodefinizione ebraica. Bibbia, in ebraico, e' Miqrah, lettura, con questo gia' indicando la priorita' dell'aspetto 1 su quello scritto. E la parte piu' importante di questa, il Pentateuco, il vero riferimento di dottrina e di comportamento del popolo ebraico, e' Torah, l'insegnamento2, per eccellenza una forma di trasmissione prioritariamente orale ed interpersonale, in presenza. E' su questo termine che gira gran parte della riflessione ebraica, del pensiero rabbinico3: la Torah e' il progetto del mondo ed e', nella sua piu' intima definizione, sapienza divina, sapere metafisico trasmesso da D-o all'uomo in due forme ugualmente autoritative e legittime, scritta ed orale. La Torah, in altri termini, non e' altro che unione indissolubile di Torah she bikhtav - la Torah scritta - e Torah she be al peh - la Torah orale: quest'ultima non e' di grado inferiore alla prima e neanche un suo commento; e' anzi il paradossale pretesto della forma scritta, la quale rappresenta per alcuni null'altro che una sorta di appunto che deve necessariamente rimandare alla dimensione orale, come un abito che rimanda ad un corpo e ad un'anima.


Domanda: Di recente ho fatto un favore a qualcuno, ma qualcun altro voleva fare la stessa cosa, e si e' offeso per non poter piu' essere d'aiuto. Debbo per caso tralasciare un'opportunita' di aiutare quando so che qualcun altro vorrebbe farlo al mio posto?
Beh, penso che siamo moralmente sanissimi se noi competiamo per le mitzwot (le buone azioni) anziche' per le inezie per cui la gente litiga di solito.
Mi spiego meglio:


E in quel giorno si sentir il tuono in tutto il mondo, in una grande metropoli come Roma, e apparir una fiamma di fuoco e consumera' le torri (migdalin) e i palazzi (Hechalin) e le torri cadranno, e molti grandi potenti (ravrave) moriranno in quel giorno, tutto coloro che si raduneranno contro di essa per distruggerla, non uno avr speranza di scampare. Da quel giorno , per dodici mesi tutti i re faranno consiglio per distruggere Israele, come e' stato detto. Benedetto chi vivra' in quei giorni, benedetto chi non vivra' in quei giorni. Alla fine dei dodici mesi lo scettro di Giuda, il Re Messia, verr" (Zohar Shemot II, 8a-8b)


Vorrei comunicarvi alcune caratteristiche della cultura ebraica di rilievo Trek.

Puo' sembrare strano che una serie televisiva concepita da un ateo dichiarato come Gene Roddenberry manifesti evidenti influenze ebraiche, ma alcune di esse sono state ammesse dagli interpreti della serie, altre sono evidenti a chi le sa trovare.


Per l'ebraismo potrebbero stare assieme senza fare a pugni. Una volta di piu' le autorita' Halachiche (i rabbini incaricati di interpretare la realta' contemporanea alla luce delle regole fissate dalla scrittura e dalla tradizione) disorientano i moralisti della domenica, e cominciano ad analizzare una delle questioni morali piu' scottanti e delicate di questa fine millennio con taglio del tutto anticonvenzionale.


E' un progresso o non rappresenta piuttosto un arretramento, la definitiva calata di sipario sulla stagione del sociale? Il diritto alla privacy, la nostra conquista piu' recente, l'ultima spiaggia di una societa' ossessionata dall'invadenza tecnologica, non e' in ogni caso un'idea nuova. Faceva gia' parte del patrimonio trasmesso dalle grandi religioni monoteistiche. Le polemiche e le difficolta' d'applicazione delle nuove norme introdotte dal legislatore italiano e il dibattito che si sta accendendo in tutto il mondo occidentale a riguardo sono oggi osservate con grande interesse dagli esperti di legge ebraica, che cercano trarre dagli insegnamenti rabbinici soluzioni in linea con le esigenze contemporanee.


L'espressione Chukkot Hagoiim (norme dei popoli) si riferisce al divieto della Torah di seguire il comportamento delle altre nazioni. E' mia intenzione evidenziare alcune delle idee espresse dai nostri maestri Zl.


Dove era D-o a Auschwitz? Questa ossessione per la presenza del divino nel male, il bisogno di capire se sia o no possibile credere in un D-o misericordioso, creatore dell'uomo a sua immagine, che ha ascoltato - come ci racconta la Haggada' - il grido di dolore del suo popolo schiavo in Egitto (che stava molto meglio che nell'Europa nazista); la necessita' di trovare una risposta alla domanda di Giobbe perche' il malvagio prospera e il giusto soffre! crea oggi, come nel passato, profonda angoscia.


Tratti ebraici, vale a dire conformi all'origine dello scrittore, nelle tre incarnazioni dell'eroe unico che Svevo ci ha dato nei suoi romanzi, non e' impresa facile. Si tratta a mio avviso di un ebraismo sotterraneo, pressoche' ignoto anche al nostro ed e' forse questo che ha contribuito a sviare la critica, eccezion fatta per uno studioso, Giacomo De Benedetti, che ha intravisto, nel suo mirabile saggio Svevo e Schmitz, alcune caratteristiche piuttosto interessanti che vorrei analizzare.

 


Pagina precedente: Pubblicazioni
Pagina seguente: Commenti ai brani del Pentateuco


Torna alla Home Page

Contenuto stampato da http://www.e-brei.net, sito web dedicato alla memoria di Alessia Astrologo z.l.