Site logo


Riti e organizzazione della religione Ebraica

La religione ebraica e' diffusa in Italia? Ci sono molti luoghi di preghiera?
Ci sono circa 50.000 ebrei in Italia e, poiche' gli ebrei sono presenti in questo paese dal tempo dell'impero romano, tantissimi luoghi di preghiera diffusi su tutto il territorio. Purtroppo le comunita' piu' piccole sono state messe a dura prova dalla seconda guerra mondiale e alcune sinagoghe, anche molto note e di importanza storica enorme, sono state abbandonate per la morte dei frequentatori.
La religione ebraica ha dei sacramenti?
Per l'ebraismo l'uomo non e' nessuno per perdonare o promettere il paradiso a chi ha sbagliato. Chi sbaglia si rivolge direttamente a D-o e si arrangia con lui. Chi e' l'uomo per dare dei sacramenti? Per contro, la nozione di sacro e' cosi' importante che la si ritrova in ogni momento della vita ebraica, in ogni atto che gli ebrei fanno quotidianamente. L'ebraismo si fonda infatti su 613 precetti irrinunciabili.
La religione ebraica ha un papa e/o un clero ordinato gerarchicamente?
Ammesso che esista una di queste cose quali sono i suoi poteri?
Nell'Ebraismo attuale non esiste un clero: il rabbino e' un interprete della Torah, una guida, soprattutto perche' piu' colto ed esperto dei suoi confratelli. E' quindi un insegnante, un saggio che insegna pratiche religiose e consiglia chi lo interroga. Il piu' grande dei nostri profeti, Moseh, non era che un uomo. La necessita' di coordinare la propria azione soprattutto nei confronti delle autorita' civili fa' si' che esistano delle aggregazioni di comunita' ebraiche nelle quali si creano organismi direttivi e di sorveglianza; ma non c'e' una gerarchia rigida.
Nella religione ebraica, i rabbini possono sposarsi?
I rabbini non possono ma devono sposarsi per l'obbligo di ogni ebreo di farsi una famiglia nella quale si possa vivere un'atmosfera ebraica.
Nella religione ebraica, le donne possono diventare ministri di culto?
La donna e' esentata da numerose pratiche legate al tempo, tra cui anche la preghiera quotidiana, in quanto deve occuparsi dell'educazione dei figli e della costruzione nella casa di un ambiente adatto a farli crescere nell'atmosfera ebraica E' quindi esentata anche dal ministero del culto anche se, nel caso non ci fossero uomini, puo' e deve recitare lei alcune preghiere.
(Questo e' un argomento sul quale sono stati scritti molti articoli, si consiglia l'uso del motore di ricerca interno agli articoli del sito presente all'indirizzo http://www.e-brei.net/index.php?page=search_template).


Pagina precedente: Primo approccio all'ebraismo
Pagina seguente: D-o nell'ebraismo


Torna alla Home Page

Contenuto stampato da http://www.e-brei.net, sito web dedicato alla memoria di Alessia Astrologo z.l.